Q
Analogico vs digitale vs mixer software
A
I mixer analogici sono in circolazione da quasi quanto ci sono state registrazioni audio e sistemi PA. A partire dagli anni '90, i mixer digitali hanno iniziato ad entrare nel mondo dell'audio professionale. Da allora, le loro capacità sono cresciute così come la loro convenienza. A partire dalla prima parte del 21 ° secolo, la miscelazione basata su software è diventata una realtà man mano che i computer sono diventati più potenti e l'hardware correlato è stato sviluppato.
Daremo una breve occhiata alle capacità, ai punti di forza e ai punti deboli di ogni tipo.
Mixer analogici
Nonostante la maggiore versatilità dei loro fratelli digitali, i mixer analogici rimangono popolari grazie al loro costo generalmente inferiore e alla facilità d'uso. Poiché le loro funzioni sono controllate da manopole, fader e interruttori fisici, le loro operazioni possono essere in qualche modo più intuitive rispetto alle schede audio digitali. Il lato negativo della loro dipendenza dai controlli fisici è l'ingombro generalmente più ampio del mixer analogico, uno svantaggio negli studi domestici affollati e negli stadi angusti. Molte persone ritengono che il segnale e il routing hardware del mixer analogico siano più facili da capire a colpo d'occhio poiché tutto è fisicamente presente piuttosto che essere nascosto nei menu delle schermate di stato di una tavola armonica digitale.

Entrambi i mixer analogici e digitali sono in grado di trasmettere un suono di altissima qualità. La qualità e il design dei loro circuiti elettronici - in particolare i preamplificatori microfonici - e nel caso del mixer digitale, il suo convertitore analogico-digitale (ADC), hanno la più grande influenza sulla qualità del suono. La maggior parte degli ingegneri del suono concordano sul fatto che i microfoni e gli altoparlanti con il loro livello intrinsecamente maggiore di colorazione e distorsione sono i maggiori ostacoli alla fedeltà del suono assoluto. Detto questo, preamplificatori microfonici ben progettati che aumentano l'uscita del microfono senza aggiungere colorazione o distorsione sono fondamentali per un buon suono. Circuiti e componenti di alta qualità negli stadi di guadagno del mixer e il routing del segnale ridurranno al minimo il sibilo che inevitabilmente si verifica con i mixer analogici.

Mixer digitali
Per modifiche istantanee al routing del segnale, dinamiche di segnale flessibili ed estese e una straordinaria gamma di possibilità di effetti, un mixer digitale è difficile da battere. Con il semplice tocco di un pulsante, è possibile attivare il routing e gli effetti preprogrammati che sarebbe impossibile persino per un polpo di talento da realizzare con un mixer audio analogico! Alcune schede digitali sono compatibili con i plug-in software che estendono ulteriormente le loro capacità di modellazione dei toni. Possono anche guidare la mandria su un temuto feedback, prevenendo urla e strilli prima ancora che inizino. Un'altra caratteristica interessante è il gating automatico che silenzia i canali con il minimo o nessun segnale che li attraversa.

Uno degli enormi vantaggi dei mixer digitali è la loro capacità di salvare e richiamare i mix. Molti utilizzano unità flash USB o memoria interna per archiviare le impostazioni di prestazioni passate. Questo rende il set up in un luogo che è stato salvato senza problemi. Anche in una nuova sede, il richiamo di mix da luoghi simili può essere un grande risparmio di tempo durante i controlli audio. Alcuni mixer digitali consentono di pre-programmare i mix utilizzando un computer portatile, quindi quando si arriva al concerto sono necessari solo ritocchi di fine tuning al suono. Alcuni mixer digitali avanzati hanno fader motorizzati che rispondono alle configurazioni salvate.

Un potenziale svantaggio dei mixer digitali deriva dalla loro versatilità. La loro enorme flessibilità ha un prezzo: la curva di apprendimento per padroneggiare tutte le possibilità offerte dal tuo mixer può essere ripida. Detto questo, come qualsiasi altro dispositivo digitale complesso, di solito non è essenziale imparare tutte le funzioni: la possibilità di salvare le impostazioni e configurare l'interfaccia in base alle proprie esigenze può aiutarti a ridurre la sua complessità.

Quanto bene l'interfaccia utente è progettata farà una grande differenza in quanto velocemente si può padroneggiare le funzioni che è necessario conoscere. Parlare con gli altri utenti del mixer, uscire nei forum audio professionali, leggere recensioni e controllare demo ed esercitazioni ti aiuterà a trovare i mixer che offrono una curva di apprendimento più delicata.

Mixer software
Un computer portatile adeguatamente configurato, un software di missaggio e una superficie di controllo compatta possono farti entrare nel gioco di missaggio senza i maggiori problemi di spazio e di budget dei mixer analogici e digitali standard. Il software di produzione musicale è disponibile per eseguire praticamente tutto tramite l'elaborazione e il routing del segnale che è possibile ottenere con un mixer fisico. Oggi ci sono semplici applicazioni di mixaggio audio che ti permettono di fare mix audio di base usando il tuo smartphone o tablet IOS o Android.

Utilizzati per la registrazione, i mixer software consentono di integrare facilmente strumenti virtuali, campioni, loop di batteria e molto altro ancora nelle vostre produzioni. La maggior parte delle applicazioni di mixer supportano funzioni MIDI avanzate e l'utilizzo di una workstation audio digitale (DAW) basata su computer apre un enorme mondo di possibilità tra cui l'uso di una tastiera controller MIDI per creare e registrare la tua musica.

Come con i mixer digitali fisici, le curve di apprendimento possono essere ripide quando ti immergi per la prima volta nel mixaggio software, e lo stesso consiglio vale: Parla con musicisti colleghi che usano applicazioni di missaggio, leggi le recensioni degli esperti e controlla le numerose recensioni dei clienti che troverai online su MusiciansFriend.com.
Mixer alimentati
Se stai cercando un mixer per gestire le tue esibizioni dal vivo e gli altoparlanti principale e del monitor non sono alimentati, un mixer amplificato elimina la necessità di trasportare e impostare amplificatori di potenza separati per guidarli. I mixer audio alimentati sono disponibili in un'ampia gamma di dimensioni e configurazioni. Possono gestire qualsiasi cosa, da un chitarrista solista acustico che utilizza uno o due microfoni, una chitarra acustica-elettrica e altoparlanti di dimensioni modeste, a una band in piena regola con una gamma completa di microfoni, strumenti elettrici e potenti altoparlanti principali e monitor .

I mixer potenziati offrono la maggior parte dei campanelli e dei fischietti che si trovano sui mixer non alimentati in termini di opzioni di routing, elaborazione degli effetti, equalizzazione e molto altro. Come per qualsiasi acquisto di mixer, è necessario calcolare gli ingressi e le uscite totali necessari e la potenza necessaria per pilotare gli armadi altoparlanti PA ei monitor da palco.

Precedente:Cose da cercare quando acquisti un mixer

Prossimo:Terminologia del mixer: nozioni di base